Edicola News, Fisco e Società

Tessera sanitaria: le anomalie del sistema

Tessera sanitaria: le anomalie del sistema

ADE

Problemi con il perfezionamento della procedura di acquisizione della delega

Si avvicina la scadenza del 31 gennaio 2016, data entro la qualele strutture sanitarie e i medici dovranno trasmettere in via telematica al Sistema Tessera Sanitaria i dati relativi alle spese sanitarie sostenuti dai contribuenti nonché quelli relativi a eventuali rimborsi ai fini della compilazione del modello 730 precompilato.

I dati potranno essere inviati direttamente dal soggetto obbligato (mediante un’apposita applicazione web resa disponibile dal sistema TS o per mezzo del proprio sistema software opportunamente integrato) o attraverso le associazioni di categoria e determinate categorie di professionisti , i quali dovranno garantire i requisiti di sicurezza, integrità e riservatezza dei dati che transiteranno presso i propri sistemi informatici.

Qualora il medico o la struttura sanitaria decidesse di delegare un soggetto terzo per l’adempimento:

  • dovrà accedere all’area riservata presente sul sito del Sistema TS attraverso le credenziali in suo possesso;
  • grazie all’apposita funzione “Gestione deleghe” indicare il soggetto terzo che provvederà a trasmettere i dati (indicando altresì alcune altre informazioni richieste).

Tuttavia alcune categorie di professionisti quali, i tributaristi e gli studi professionali associati stanno riscontrando non pochi problemi con l’erogazione del servizio a loro richiesta dai medici o dalle strutture sanitarie.

Quanto appena affermato è riscontrabile anche nel comunicato stampa di ieri del Presidente nazionale dei tributaristi Roberto Falcone, il quale ha precisato che se “l’intermediario è un tributarista o uno studio professionale associato di cui alla Legge 4/2013 o ordinistico, il sistema segnala l’errore e non consente di completare la procedura di acquisizione della delega conferita dal medico, poiché non trova corrispondenza tra il codice fiscale e l’indirizzo Pec dell’intermediario”. Sembrerebbe che il problema derivi dalla mancata inclusione dei Tributaristi nell’elenco Ini-pec nonostante l’Agenzia delle Entrate sia in possesso degli indirizzi Pec dei professionisti iscritti Lapet in quanto già comunicati dall’Associazione nel rispetto degli obblighi previsti dai protocolli d’intesa sottoscritti con le diverse Agenzie regionali. Lo stesso Presidente auspica un pronto intervento al fine di evitare il protrarsi dell’anomalia e garantire una maggiore efficienza del servizio di assistenza fiscale ai contribuenti.

FONTE: http://bit.ly/1P0rQsa

Annunci

1 thought on “Tessera sanitaria: le anomalie del sistema”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...