Edicola News, Lavoro e Previdenza

Colf, badanti e baby sitter: nuovi minimi retributivi per il 2016

Colf, badanti e baby sitter: nuovi minimi retributivi per il 2016

Colf, badanti e baby sitter: nuovi minimi retributivi per il 2016

Determinato il nuovo trattamento economico, a decorrere dal 1° gennaio 2016, per i lavoratori domestici

Salgono le retribuzioni minime e le indennità di vitto e alloggio dei lavoratori domestici in Italia.

Col verbale di accordo 18 gennaio 2016, infatti, la Commissione formata da Fidaldo, Domina con Federcolf, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs ha determinato il nuovo trattamento economico, a decorrere dal 1° gennaio 2016, per i lavoratori domestici.

“Si tratta di un aggiornamento annuale dei minimi retributivi e dei valori convenzionali del vitto e dell’alloggio, che considera l’ultima tranche di aumenti previsti nel rinnovo contrattuale del 2013, mentre  i valori non subiscono un ulteriore incremento per effetto dell’indice Istat, che, nel periodo di riferimento, è pari a zero” fa notare la Federazione Italiana dei Datori di Lavoro Domestico (Fidaldo).

Minimi tabellari
Dal 1° gennaio 2016 gli importi dei minimi tabellari sono i seguenti:

Categoria Conviventi Conviventi (fino a 30 ore settimanali) Non conviventi (valori orari) Assistenza notturna Presenza notturna
DS 1.192,52 8,06 1.371,42
D 1.135,73 7,72
CS 965,38 6,69 1.110,18
C 908,60 658,71 6,35
BS 851,80 596,26 6,02 979,57
B 795,01 567,87 5,68
AS 738,23 5,36
A 624,65 4,54
Liv. unico 655,89
Classificazione del personale
I lavoratori sono inquadrati in 4 livelli, a ciascuno dei quali corrispondono due parametri retributivi, il superiore dei quali è definito super. I lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del c.c.n.l. sono inquadrati nella nuova classificazione sulla base delle mansioni svolte.
Il lavoratore addetto allo svolgimento di mansioni plurime ha diritto all’inquadramento nel livello corrispondente alle mansioni prevalenti.Livello D super
Rientrano in questo livello i profili espressamente indicati dal c.c.n.l.: assistente a persone non autosufficienti formato (*); direttore di casa.

Livello D
Collaboratori familiari che, in possesso dei necessari requisiti professionali, ricoprono specifiche posizioni di lavoro caratterizzate da responsabilità, autonomia decisionale e/o coordinamento.

Livello C super
Rientra in questo livello il profilo espressamente indicato dal c.c.n.l.: assistente a persone non autosufficienti non formato.

Livello C
Collaboratori familiari che, in possesso di specifiche conoscenze di base, sia teoriche che tecniche, relative allo svolgimento dei compiti assegnati, operano con totale autonomia e responsabilità.

Livello B super
Rientra in questo livello il profilo espressamente indicato dal c.c.n.l.: assistente a persone autosufficienti.

Livello B
Collaboratori familiari che, in possesso della necessaria esperienza, svolgono con specifica competenza le proprie mansioni, ancorché al livello esecutivo.

Livello A super
Rientrano in questo livello i profili espressamente indicati dal c.c.n.l.: addetto alla compagnia e baby sitter.

Livello A
Collaboratori familiari generici non addetti all’assistenza di persone, sprovvisti di esperienza professionale o con esperienza, maturata anche presso diversi datori di lavoro, non superiore a 12 mesi; lavoratori che, in possesso della necessaria esperienza, svolgono con competenza le proprie mansioni a livello esecutivo e sotto il diretto controllo del datore di lavoro.

———-
(*) La formazione si intende conseguita quando il lavoratore sia in possesso di diploma nello specifico campo oggetto della propria mansione, conseguito in Italia o all’estero, purché equipollente, anche con corsi di formazione aventi la durata minima prevista dalla legislazione regionale e comunque non inferiore a 500 ore.

Assistenza a persone non autosufficienti in sostituzione dei titolari
Ai lavoratori addetti all’assistenza di persone non autosufficienti, con prestazioni limitate alla copertura dei giorni di riposo dei lavoratori titolari, spettano i seguenti valori orari:

  • € 8,68 per il livello DS;
  • € 7,20 per il livello CS.

Indennità di funzione
Dal 1° gennaio 2016 l’importo dell’indennità di funzione spettante ai lavoratori conviventi di livello DS e D è elevato ad € 167,94.

Indennità vitto e alloggio
Dal 1° gennaio 2016 il valore dell’indennità sostitutiva di vitto e alloggio è fissato in € 5,48 giornalieri di cui:

  • € 1,91 per ciascun pasto;
  • € 1,66 per il pernottamento.

FONTE: http://bit.ly/1WwKtUt

Annunci

1 thought on “Colf, badanti e baby sitter: nuovi minimi retributivi per il 2016”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...