Edicola News, Lavoro e Previdenza

INPS: importo dei contributi dovuti per l’anno 2018 per i lavoratori domestici

 

L’INPS ha emanato la circolare n. 15 del 29 gennaio 2018, con la quale comunica gli importi dei contributi dovuti per l’anno 2018 per i lavoratori domestici, a seguito della variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

È confermata la minore aliquota dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo Cassa Unica Assegni Familiari ( CUAF).

Si continua ad applicare il contributo addizionale dell’1,4% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale) per il rapporto di lavoro a tempo determinato. Tale contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti.

A. senza contributo addizionale di cui all’articolo 2, comma 28, della L. 92/2012

 LAVORATORI ITALIANI E STRANIERI
RETRIBUZIONE ORARIA IMPORTO CONTRIBUTO ORARIO
Effettiva Convenzionale Comprensivo quota CUAF Senza quota CUAF (1)
fino a €  7,97

oltre   €  7,97

fino a €  9,70

oltre  €  9,70

€  7,05

€  7,97

€  9,70

 €  1,41 (0,35) (2)

€  1,59 (0,40) (2)

 

 

€  1,94 (0,49) (2)

€  1,42 (0,35) (2)

€  1,60 (0,40) (2)

 

 

€  1,95 (0,49) (2)

Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali  €  5,13  €  1,02 (0,26) (2)  €  1,03 (0,26) (2)

 

B.   comprensivo contributo addizionale di cui all’articolo 2, comma 28, della L. 92/2012, da applicare ai rapporti di lavoro a tempo determinato

LAVORATORI ITALIANI E STRANIERI
RETRIBUZIONE ORARIA IMPORTO CONTRIBUTO ORARIO
Effettiva Convenzionale Comprensivo quota CUAF Senza quota CUAF (1)
fino a €  7,97

oltre   €  7,97

fino a €  9,70

oltre  €  9,70

€  7,05

€  7,97

€  9,70

 €  1,51 (0,35) (2)

€  1,70 (0,40) (2)

 

 

€  2,07 (0,49) (2)

€  1,51 (0,35) (2)

€  1,71 (0,40) (2)

 

 

€  2,08 (0,49) (2)

Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali  €  5,13  €  1,10 (0,26) (2)  €  1,10 (0,26) (2)

(1) Il contributo CUAF (Cassa Unica Assegni Familiari) non è dovuto solo nel caso di rapporto fra coniugi (ammesso soltanto se il datore di lavoro coniuge è titolare di indennità di accompagnamento) e tra parenti o affini entro il terzo grado conviventi, ove riconosciuto ai sensi di legge (art. 1 del DPR 31 dicembre 1971, n. 1403)

(2) La cifra tra parentesi è la quota a carico del lavoratore.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...